31 agosto 2009

torta di pere e cioccolato del rifugio Prada, ex Mondini, forse futuro Eugenio Turri

scusate il titolo luuuunghissimo...ma quello che è giusto è giusto! :)

pere ciocco mondiniA

il rifugio si chiama ora Rif. Prada...ma per noi resta Mondini :)))
forse cambierà nome ancora..in onore ad un grandissimo uomo.
eugenio turri
mi piace moltissimo che queste persone vengano ricordati così..che diano il loro nome
a rifugi e sentieri.

come rifugio del Chierigo in onore di Giovanni Chierego, che era uno di 13 che hanno
fondato quel rifugio nel 1963.
Lo statuto della Fondazione Chierego prevede che, alla morte dell’ultimo socio, la struttura passerà alla sezione veronese del Cai. I fondatori erano Giuseppe Banterle, Antonio Bonato, Mario Dolci, Sergio Manfredi, Emilio Morandini, Giuseppe Paluani, Luigi Piccoli, Angelo Poiesi, Franco Righetti, Gaetano Ruffo e Vittorio Tosi.

come il sentiero Agostino Goiran (vallone osanna, direttissima per Rif. Barana /Telegrafo)) che è dedicato al botanico Agostino Goiran, fondatore e primo presidente della Sezione di Verona del Cai.

ci siamo andati domenica alla festa di Santa Rosa al Telegrafo.
è ripido ma velocissimo, sei su in meno di 2 ore. dislivello 1000mt.
vista sulla valle sotto, l'adige che sbuca sotto il Vaio dell'Orsa,
anzi si vede fino al Carega!

santa rosa mix

come il rifugio Damiano Chiesa, che sappiamo tutti chi era (si, perfino io)
come il sentiero Lino Ottaviani, un uomo come scrive Massimo Stroppa

"Guida alpina, appassionato fotografo naturalistico, vero maestro
per la capacità di saper cogliere le sfumature di luci e di
colori tipiche del paesaggio della montagna veronese, Lino
aveva davvero una gran dote per il mondo forestale: un acuto
spirito d’osservazione ed una capacità quasi innata di
“leggere” il bosco e le sue dinamiche evolutive, per proporne
di volta in volta gli interventi di gestione più adeguati ed opportuni.
Persona semplice ed umile, nel senso più nobile del
termine, disponibile al dialogo, mai propenso ad imporre il
suo pensiero o le sue opinioni, se non con la forza del convincimento
e della riflessione in comune, sempre attento a non
prevaricare gli altri, capace di ascoltare, con animo profondo,
chi gli stava vicino"


ho avuto il piacere di conoscere Silva la vedova di Ottaviani quando siamo andati fare il giro delle malghe (Novezzina - Passo Cerbiolo - Malga Lavacchio - Acque Nere - Novezza)
lei è una donna molto in gamba, grande botanica, donna forte e di spirito. mi è piaciuta tantissimo.
ammetto che ero un pochino in suggestione, ma è così naturale e alla mano..che mi è passato subito :)))
abbiamo discusso di piante, ci siamo scambiati idee e consigli. troppo bello!!!




ecco, io sono onoratissima poter camminare sui sentieri dove hanno camminato grandi prima di me, mi commuove vedere le stesse vedute che hanno visto loro. mi entusiasma, mi rende felice
poterci andare ancora, e ancora e ancora...

si, domani ci torniamo. domani facciamo il sentiero Ottaviani, andiamo bere il caffè al rif. Chierego :)

ma questa ricetta di Daniela la dovete provare!! la ricetta me l'ha dato Valentina, ragazza
giovanissima, ingambissima che lavora al rifugio Prada, insieme a Giuliano, Alessandro.
naturalmente ci sono anche Daniela e Paolo (genitori), ma vengono su il fine settimana.
di solito sono i ragazzi da soli. hanno tra 22 e 24 anni. davvero bravissimi! ;)
eccomi sulla loro terrazza bere cappuccini sabato 15agosto 2009 :)

ferragosto 2009 al rif. mondini


si dai...passiamo alla ricetta :))))

ah, ho scoperto la cottura in vaso, e mi sto divertendo un sacco.
posso fare monoporzioni a gogò perchè si può cuocere praticamente di tutto in vaso.
ho fatto patate e pollo al keffir lime, ma le foto sono nell'hard disc bruciato.
per ora dovete fidarvi della mia parola. funziona! :)))
la cosa interessante è il passaggio successivo, con la sterilizzazione si possono mettere via
piatti pronti fino a 6mesi!!
ma vi spiegherò tutto.




TORTA DI PERE E CIOCCOLATO DEL RIFUGIO PRADA

pere ciocco mondiniB


vi serve per una tortiera da 24cm o 8 vasetti di yogurt Spega da 150ml


pere (o quante ne servono per coprire il fondo della tortiera)
una confezione di panna da cucina (200ml)*
140gr di zucchero **
120gr di farina
1 uovo
mezzo bicchiere di latte
1/2 bustina di lievito per dolci
100gr di cioccolato fondente grattugiato
burro per lo stampo (o carta forno bagnata e strizzata)


sbucciare e tagliare a fette le pere, coprire tutto il fondo dello stampo.
cospargere con la cioccolata grattugiata
sbattere gli altri ingredienti e versare sopra le pere/cioccolato.

infornare a 230° per 25min (prova stecchino)

brigidaa_te:

* beh, non ci riesco usare la panna da cucina , ho usato la panna da montare
** seeeeeeeeeeeee, bastano 50gr di zucchero secondo me :))))
altre idee in vaso:
torta ricotta e amaretti
torta di ricotta e amaretti

zuppa di verdure e avena2

zuppa di verdure e avena

mari's zucchini crustless quiche2

quiche di zucchine senza crosta

colgo l'occasione fare gli auguri di anniversario di matrimonio a Marta e Alberto.
oggi sono 25 anni!!! yeaaaaaaaaaaaaaaaaaah!!! :)))


chiedo anche scusa di non aver risposto o passato, sono ancora indietro tantissimo con tutto.

13 commenti:

  1. Che belle queste monoporzioni, le adoro!!! Quando andiamo a Bs a prendere i contenitori giusti?????

    RispondiElimina
  2. panna da cucina? cos'è?? non sei la sola che non riesce a usarla! fantastiche le tortine nel vasetto, però non ho mai visto vasetti yogurt da 150..userò quelli classici da 125

    RispondiElimina
  3. Troppo bella la cottura nei vasetti.. non avevo mai pensato di farci una torta!
    Pure i bormioli piccolini dovrebbero funzionare :D

    RispondiElimina
  4. Mi fai venire i brividi quando parli di sentieri, e di vedute, e di grandi che hanno fatto la storia dei rifugi e delle cime, per la prima volta mi e' dispiaciuto che in un post arrivasse la ricetta, mi piaceva troppo quello che stavo leggendo....

    E invece la ricetta e' uno sballo, ero convinta che i vasetti di yogurt si rompessero con la cottura, molto molto sfizioso da presentare per un dopocena!! I prossimi yogurt che compro saranno in vasetto :D

    RispondiElimina
  5. La cottura in vasetto è fantastica!
    Pensa che la scorsa settimana a Ginevra ho mangiato una torta al cioccolato in vasetto...sono rimasta stupita! Ero convinta che fosse tipo un fondant o comunque qaulcosa di più morbido..invece era un vasetto! Molto simile al tuo.
    E tu ora, neanche a farklo apposta mi sveli il segreto: un atorta nel vasetto!!!
    Fantastico sul serio, così posso avere delle monoporzioni!
    Solo qui a Torino non ho mai visto quei vasetti lì...credo siano i migliori perché sono belli spessi...uff!!! Ma dove li trovo????

    RispondiElimina
  6. ciao Briiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii!!! come stai?....ho una voglia di abbracciarti....dai passa un bicchierino goloso che si ciacola! smuacksssssssss

    RispondiElimina
  7. Ciao BRI! Finalmente torno da queste parti per lasciarti un saluto! Bellissime le monoporzioni e la cottura nel vasetto. Sembra buonissimo. Belle anche le foto del rifugio!

    RispondiElimina
  8. Adoro i vasettini!!!Io ho provato la torta nel microonde monoporzione solo una volta ma..che carina!
    Leggere delle tue avventure è come aprire la finestra e respirare aria fresca!
    bacione

    RispondiElimina
  9. queste tortine in barattolo mi piacciono tantissimo...devo assolutamente provare!
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  10. Briiii ma che meraviglia la torta nei vasetti! Non ci avevo mai pensato :) Sicuro che ti copio anche questa ricettina.
    Un bacio!

    RispondiElimina
  11. buon pomeriggio...che goduria con l'adsl!!!! :))))

    @aldaaaaaaaaa...ci andiamo ci andiamo...dopo il 12 giusto? ;)

    @giò...quelli da 125ml sono anche meglio perchè hanno l'imboccatura più larga. brava! se hai qualche amica con bambini piccoli fatti dare i vasetti degli omogenizzati. idea della mia amica mariella!
    vanno benissimo anche quelli ;)

    @azabel...si infatti, quelli da 125 sono anche belli ciciotti..carinissimi da presentare. ottima idea!

    @elviraaaa..grazie..ho sempre paura di essere trooooppo lunga.
    si si..ultimamente presento tutta la cena in vasetto :))))

    @castagna..forse questi che sono della SPEGA non si trovano...ma cerca KYR (125ml all'esselunga di sicuro) o GROPPER (500ml lidl o gran prix). di solito la coop e la metro hanno tantissima scelta in yogurt, se no bormioli come dice azabel o omogenizzati come dice mariella.

    @looooooooooooo...era ora che tornassi!!! mi sei mancata!! si si...torta e tante ciacole!!! :)


    @elisa...carissima! manco anch'io da tantissimo..ne abbiamo da recuperare. ma l'autunno ci aspetta con tantissima voglia di fare! :)))

    @sara, grazieee...sappessi..se andiamo ci manca. anche fare gli stessi sentieri non ci importa..c'è sempre qualcosa che cambia, qualcosa da scoprire. quanto mi piace questo posto!!

    @fra..si si..e poi mi dici.

    @chiara..tu copia che sei anche più brava!! se mi sistemo, ti passo a prendere e facciamo una bella sopresa a claudia..che ne dici??? ;)


    amici, mi riempite di gioia! sono molto contenta che vi piaccia l'idea.
    aggiungo qualche altra idea in vaso che forse vi piacerà:
    torta di ricotta e amaretti
    e
    zuppa di verure e avena
    e

    quiche di zucchine senza crosta

    baciusssssssssssss

    RispondiElimina
  12. Ciao Bri!!
    Cavoli ma io entro dopo tempo e vedo questa meraviglia??Tu sempre sulle tue montagne..ma le caprette dove sono??e Heidi me l'hai salutata??Rubaricette..bravabrava..non farci assaggiare niente :D
    Un bacioneeeeeee e buon Settembre ;)

    RispondiElimina
  13. Brii, che bella questa torta nei vasetti !! quanto devono cuocere???la vorrei fare :-D
    un bacione Pulini

    RispondiElimina

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs

The Foodie BlogRoll

LinkWithin

LinkWithin Related Stories Widget for Blogs